loading

Facciata Parlamento di Malta

«Abbiamo vinto in una gara con le migliori aziende a livello mondiale: - la qualità tecnica dei concorrenti presenti era altissima; un’azienda inglese, una americana, una francese, una turca, una spagnola e un’altra italiana».
(Michele Filiberti intervistato da PANORAMA dopo aver vinto l'appalto per la realizzazione Parlamento della Repubblica di Malta)

Negli ultimi anni l'azienda è stata coinvolta in una serie impressionante di importanti opere, la maggior parte delle quali firmate dagli studi di architettura più prestigiosi al mondo; fra questi ultimi, fa spicco la costruzione della sede del nuovo Parlamento della Repubblica di Malta, eseguita su progettazione e realizzazione dell’architetto Renzo Piano. La Filiberti è stata scelta per l’innovazione tecnologica e per l'enorme bagaglio di esperienza accumulata negli ultimi decenni. I lavori hanno comportato il trasporto, il taglio e il trattamento della pietra maltese sulle pendici dell’appennino. Le lapidi sono state lavorate con un sistema tecnologico raffinatissimo e poi incastonate nella facciata del Parlamento, secondo il progetto griffato Renzo Piano.
Ogni lastra di pietra è stata disegnata e tagliata, una a una. Il cantiere si è concluso, ed è stato consegnato con successo, diventando cosi uno dei gioielli monumentali di Malta .
I numeri di questa prestigiosa realizzazione parlano chiaro e sono decisamente importanti: una commessa da 12,5 milioni di euro, 37mila disegni e 400 camion di materiale in partenza dall’Italia. La Filiberti per questa commessa ha subito un cambio netto di produzione, rivelandosi una azienda capace di adattarsi senza alcun problema alle situazioni più complicate, è stato inoltre necessaria una formazione ad hoc per i tutti i dipendenti impiegati a Malta, e sono state usate sofisticatissime macchine 5d, robot a 5 assi che lavorano con la stessa tolleranza usata per profilare il vetro di uno Shuttle spaziale.